Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

glossario

Bounce Rate (Tasso o frequenza di rimbalzo)
Indica  la percentuale di persone che abbandonano un sito senza visitare altre pagine, in altre parole la percentuale di sessioni di una sola pagina.

Brand Awareness
Identifica il grado di conoscenza della marca da parte del pubblico. Si esprime con la percentuale di consumatori appartenenti al target group che ricorda la marca senza bisogno di uno stimolo verbale o visivo (ricordo spontaneo) o che la riconosce dopo essere stata sottoposta a uno stimolo (ricordo aiutato).

Brand Reputation
È la considerazione, o attenzione di cui un brand gode in virtù della sua capacità di soddisfare le aspettative del pubblico nel corso del tempo.

Allo stesso modo dell’immagine, anche la reputazione svolge un ruolo centrale nelle strategie di comunicazione aziendale, dal momento che permette alla marca di avere un posizionamento del tutto particolare nella mente del consumatore e le consente di differenziarsi dai concorrenti.

Click Through Rate (CTR)
È la percentuale di click eseguiti su annunci/banner. Se un banner è stato visualizzato 100 volte e si è cliccato su di esso 40 volte, il CTR è del 40%.

Content Marketing
È un insieme di tecniche e strategie di marketing volte a creare e distribuire contenuti rilevanti e di valore per attrarre, acquisire e coinvolgere una target audience ben definita e circoscritta, con l’obiettivo di guidare l’utilizzatore a compiere azioni volte al raggiungimento di un obiettivo, come ad esempio la registrazione a un sito, una transazione di business, l’iscrizione a una newsletter.

Conversion Rate (o conversion rate formula)
È la percentuale di persone che sul sito giungono a compiere l’azione per cui sono stati attratti. Se per esempio 4 visitatori su 10 comprano un prodotto il tasso di conversion è del 40%.

Corporate Storytelling
È la disciplina di saper narrare i valori, l’identità, i processi e prodotti/servizi dell’azienda utilizzando tutte le tecniche della narrazione, i canali digitali e sapendo ascoltare i propri pubblici di riferimento. L’essenza strategica del corporate storytelling sta nella capacità e nella volontà di mettere in scena il patrimonio culturale, professionale ed operativo dell’azienda donandogli un’anima. Lo storytelling aziendale è denominato anche Storytelling strategico perché fonde contenuti narrativi con strategie di marketing e SEO, ovvero la capacità ottimizzare la presenza nei risultati nelle pagine dei motori di ricerca e la Brand Awareness online e offline.

CMS: Content Management System
È un sistema di gestione dei contenuti di siti web. Fra i CMS più diffusi ci sono WordPress, Joomla! e Drupal.

CRM: Customer Relationship Management
È la disciplina che gestisce il processo di coinvolgimento ed interazione con il cliente al fine di conoscerlo sempre più e fidelizzarlo.

Funnel o “imbuto”
È un modello applicabile ai siti web con il quale un utente viene guidato attraverso un percorso ad imbuto a compiere dei precisi step volti a trasformare la sua visita al sito in interesse per poi convertire in vendite

Inbound Marketing
È una metodologia di marketing che si applica “per farsi trovare“ dai potenziali clienti (prospect) proponendo loro contenuti di qualità. Si basa sulla capacità di attrarre i potenziali clienti cercando di conoscerli sempre più e quindi dando loro informazioni e contenuti mirati.

Lead generation
È un’azione di marketing che consente di generare una lista di possibili clienti interessati ai prodotti o servizi offerti da un’azienda. Diverse sono le tattiche che possono generare nuovi contatti, come ad esempio gli eventi o le tecniche di Inbound Marketing.  

Interrupting marketing
Così denominato perché interrompe l'attenzione delle persone con qualcosa che potrebbe essere completamente fuori contesto rispetto a quello che stanno facendo o pensando. L’outbound marketing è spesso chiamato anche interrupting marketing.

Outbound marketing
È una metodologia di marketing con la quale si comunica con l'utente a senso unico, alzando il volume e il tono, nella speranza che il messaggio arrivi lontano e venga ricordato. L'obiettivo è quello di far arrivare il messaggio ad una grande folla, sperando di convincere qualcuno di questi a diventare cliente di chi lancia questo messaggio. 

L'outbound marketing è considerato "marketing tradizionale". I metodi più conosciuti di questa maniera di fare comunicazione sono: spot televisivi, spazi sui giornali, passaggi in radio, volantini pubblicitari, pop up che si aprono sul sito durante la navigazione, e-mail marketing a freddo.

SEA: Search Engine Advertising
Il termine SEA identifica l’attività di pubblicazione e gestione di annunci pubblicitari a pagamento all’interno dei motori di ricerca.

SEM: Search Engine Marketing
Indica l’insieme delle attività di web marketing svolte per incrementare la visibilità e la rintracciabilità di un sito web attraverso i motori di ricerca.

SEO: Search Engine Optimization
Con il termine ottimizzazione dei motori di ricerca si intendono quelle attività volte a migliorare il posizionamento del sito nella ricerca organica.

SERP: Search Engine Results Page
È la pagina dei risultati di un  motore di ricerca, è oggetto di notevole competizione a causa della visibilità che le prime posizioni garantiscono ad un sito.